Verso la Fiera Fa’ la cosa giusta! Trento: ecco le ManifestAzioni

A Trento torna tra il 21 e il 23 ottobre la Fiera Fa’ la cosa giusta! Trento, dedicata al consumo critico e agli stili di vita sostenibili. Un’esperienza che va avanti dal 2005, e che rappresenta uno degli appuntamenti più attesi nel mondo dell’economia solidale. In vista di quest’importante iniziativa, l’Ecosportello Fa’ la cosa giusta! Trento, che diffonde i temi dell’economia solidale attraverso il suo sito (falacosagiustatrento.org) e interventi nelle scuole e nel territorio, promuove degli appuntamenti assieme a tante realtà trentine per prepararsi nel migliore dei modi alla Fiera di ottobre.

Le ManifestAzioni Fa’ la cosa giusta! Trento partono domenica 11 settembre e si intrecciano con TRENTO in BICI – La Festa della Bicicletta promossa da FIAB Trento in collaborazione con la ProLoco Centro Storico e con il patrocinio del Comune di Trento. Una pedalata che seguirà un tracciato di 7 chilometri, partendo da Piazza Duomo alle 11.25 e arrivando in Piazza Fiera alle 12.20, che si rivolge a tutti, grandi e piccoli, per far scoprire la mobilità sostenibile e un nuovo modo di esplorare la città. Le iscrizioni per partecipare alla pedalata cittadina vanno fatte sul sito
fiab-trento.it.

  • Mercoledì 14 settembre alle 21.00, al teatro San Sisto di Caldonazzo, si parlerà di “Emergenza climatica e previsioni meteo” assieme al climatologo di APPA Roberto Barbiero e all’ingegnere ambientale Giacomo Poletti, che rifletteranno in modo particolare sugli impatti sempre più severi del cambiamento climatico nell’ambiente alpino e sul ruolo dell’informazione e della previsione meteorologica. Per chi non riuscisse a partecipare all’evento, ci sarà una diretta streaming sulla pagina Youtube de L’Ortazzo e sulle pagine Facebook de L’Ortazzo e di Fa’ la cosa giusta! Trento. Collaborano all’organizzazione dell’evento l’APT Valsugana Lagorai, la SAT, il Gruppo naturalistico-culturale Amici del Monte Cimone, le Acli Trentine, l’associazione Taiapaia, l’associazione Levico in Famiglia, l’APPM, ACCRI e Solidarietà Vigolana.
  • Sabato 17 settembre: a Grumes per un trekking solidale lungo il Sentiero dei vecchi mestieri.
    Si partirà alle 14.15 dal Green Grill, che si trova lungo la SS612, poco prima dell’imbocco che porta a Grumes, e si rientrerà in centro a Grumes alle 18.
    Lì ci sarà la possibilità di visitare gli stand allestiti in occasione di “Grumes Cittaslow Weekend” (dal 16 al 18 settembre) e la Libreria Clandestina. Durante il percorso lungo il Sentiero dei vecchi mestieri, i partecipanti potranno invece visitare l’azienda agricola GioVe, che coltiva erbe officinali. Per iscriversi al trekking qui il link dell’evento della Rete di Riserve Val di Cembra Avisio.
  • Giovedì 22 settembre: le ManifestAzioni Fa’ la cosa giusta! Trento arrivano al Mercato di San Martino, nel cortiletto esterno della Bookique.
    Dalle 18.30 ci sarà un “Pop Up climatico: Il clima cambia e l’agricoltura risponde e si adatta”. Un gruppo di esperti della Fondazione Mach e del MUSE – Museo delle Scienze si confronteranno assieme ai produttori del Mercato di San Martino sull’impatto degli eventi climatici estremi sull’agricoltura di montagna, sulla biodiversità degli ambienti agricoli e sulla qualità dei prodotti. In chiusura ci sarà anche una “biodegustazione”.

L’Ecosportello Fa’ la cosa giusta! Trento parteciperà anche al Festival Moltiplicazioni, in programma dall’1 al 2 ottobre a Progetto Manifattura, a Rovereto: L’Ecosportello sarà presente in particolare domenica 2 ottobre per raccontare i progetti portati avanti durante tutto l’anno e per confrontarsi con le altre realtà presenti sul tema dell’Agenda 2030, a cui è dedicata la manifestazione.

Le ManifestAzioni Fa’ la cosa giusta! Trento si chiuderanno lunedì 10 ottobre con un incontro al MUSE – Museo delle Scienze. Alle 10.00 la psicologa Laura Endrighi, il climatologo Roberto Barbiero e il giornalista Paulo Lima incontreranno gli studenti delle scuole superiori del Trentino che aderiscono al Patto per lo sviluppo sostenibile per affrontare i risvolti psicologici del cambiamento climatico e parlare di azioni concrete.

Maggiori informazioni: comunica.flcg.tn@gmail.com oppure 348 1936763

Scarica la locandina