La sezione SAT di Ponte Arche compie 60 anni

Auguri affettuosi alla sezione di Ponte Arche!!!

CENNI DI STORIA della Sezione SAT PONTE ARCHE .. 1959-2019

La sezione è nata ufficialmente nel maggio del '59 dopo che un gruppetto di appassionati della montagna, residenti nella zona di Ponte Arche, di Lomaso e di Fiavè, si riunirono e decisero di fondare la sezione Sat di Ponte Arche. Era appena nata in valle la Sezione di Stenico. E così scrivono una lettera nell'autunno del '58, alla Sat Centrale di Trento, per chiedere la possibilità di fondare una sezione, assicurando che per questo atto di fondazione ci sarebbero stati sicuramente una cinquantina di persone che si sarebbero iscritte.

​La serata inaugurale per la fondazione della sezione, fu organizzata all'Hotel Angelo di Ponte Arche e li fu nominato il suo primo presidente Signor Aldo Martini, noto scrittore di poesie in dialetto giudicariese e grande appassionato di montagna, che rimase in carica per i primi tre anni. Tra i soci fondatori si ricordano oltre al presidente Aldo Martini: Egidio Bronzini di Fiavè, Filippi Rino e Zambotti Bruno di Campo, Luigi Bailo, Marlene Riviera di Fiavè, Mattei Gabriella, Salizzoni Amelia e il dott. Martinelli di Ponte Arche. In pochi giorni aderirono al sodalizio circa una quarantina di persone che divennero i primi soci fondatori della sezione Sat di Ponte Arche.

​Le prime gite ed escursioni erano per lo più delle scampagnate effettuate in luoghi e sui monti della nostra valle Giudicarie, vicini a Ponte Arche, quali, il Monte Casale e le Quadre, il Monte Misone, Cima Sera, il rif. S.Pietro sul Monte Calino, etc.. Qualche gita con un tragitto più lungo veniva organizzata per lo più in autunno con il pulman verso le località di montagna fuori zona, dell'Alto Adige e di tanto in tanto qualche gita culturale. Si ricordano le gite a Cortina D'Ampezzo , Innsbruck e Trieste...

​La prima segretaria della Sezione fu la Signora Mattei Gabriella, già segretaria della “Masera” a Ponte Arche (ex “Tabacchèra”) e la Signora Salizzoni Amelia. La Signora Mattei effettuava in quel periodo dei rilievi meteo sulla montagna della Paganella .

Si notava però, in quel periodo, poca partecipazione alle gite in montagna mentre invece erano molto partecipate le gite culturali.

Ogni aututnno, poi, si faceva la festa di fine anno con castagnata, musica e ballo nelle locande della valle. Si ricorda l'albergo Oasi a Campo Lomaso, l'albergo Carli a Dasindo, il ristorante Corona a Ballino , l'hotel Angelo a Ponte Arche.

Gli avvisi informativi delle gite, erano fatti a mano e duplicati con il ciclostile, che il Comune di Lomaso metteva gentilmente a disposizione della sezione. I disegni erano realizzati da Filppi Rino di Campo e il programma della gita, redatto da qualche socio, in particolare da Egidio Bronzini di Fiavè. Lo stesso Egidio, fu il secondo presidente della sezione e rimase in carica dal 1962 al 1979: in quel tempo i soci iscritti erano una sessantina. Il 1979 è l'anno in cui si stacca dalla sezione di Ponte Arche il gruppo di Fiavè, per costituire l'attuale sezione Sat di Fiavè. Il motivo del distacco, fu per lo più dovuto al folto gruppo di soci della zona di Fiavè e di Bleggio Superiore che avevano interessi a prelevare in gestione la Malga di Cogorna e costruire un rifugio sul Monte Misone. Rifugio che poi fu costruito, ma per opera di un gruppetto di privati tutti residenti a Fiavè. I soci di Ponte Arche, a loro volta, proseguivano con il lavoro sociale svolto fino ad allora, anche se le forze sociali erano diminuite.

​La sezione prosegue per qualche anno con poca attività sociale e poche escursioni, finchè non viene eletto presidente Roberto Bombarda che fin dai primi giorni da vitalità alla compagine sociale, arricchendo notevolmente le adesioni alla sezione. In pochi anni i soci iscritti superano il centinaio. Lo stesso Bombarda, organizza nell'ottobre del 1988 il congresso annuale della SAT a Ponte Arche ed è un grande successo, con manifestazioni ed eventi che durano per una settimana. Novità per quel tempo in cui il congresso Sat provinciale si esauriva in due o al massimo tre giorni. L'impronta di Bombarda fece seguito e rimase abitudine oramai consolidata il fatto che il congresso della Sat Centrale, in qualsiasi località si svolga, è tradizione che duri almeno una settimana.

In seguito succedono a Roberto Bombarda come presidenti i soci: Sergio Bella, Ruggero Carli che rimane in carica 6 anni, Rudi Filippi che rimane in carica per 9 anni, Piero Onorati che rimane in carica per 3 anni ed infine il Socio Vasco Spagna che nonostante l'età, non più giovane, è tutt'ora in carica dal 2013.

​In questi ultimi anni, la sezione si è rinnovata nel direttivo ed ha trovato nuova vitalità sociale e nuove proposte di attivtà verso i soci ( vedi le gite in bicicletta ), nuove mete escursionistiche in montagna, e manifestazioni. Il numero dei soci è arrivato ad un massimo di 153 nel 2016 per poi leggermente calare nei numeri ma con un bel gruppo di giovani, che speriamo, potranno essere la speranza per il futuro della sezione.

Meteo
Previsione attuale
Le nostre attività
Le sezioni

Seleziona la sezione

Vai alla Sezione
I nostri rifugi

Seleziona il rifugio/bivacco

Vai al rifugio
I nostri sentieri
Spazio Alpino
Biblioteca