La pressione arteriosa in quota

 

 

Sabato e domenica 20-21 luglio, nell'ambito delle iniziative collegate alla Giornata Mondiale contro l'ipertensione arteriosa, c'è stata una giornata dedicata alla misurazione della pressione arteriosa in quota, promossa dalla Società Italiana dell'Ipertensione (SIIA), alla quale hanno collaborato sia la Società Italiana di Medicina di Montagna (SIMeM) sia la Commissione Medica della SAT (CMS). Alcuni rifugi del nostro territorio si sono resi disponibili per queste giornate. 

La Commissione Medica è stata presente al Rifugio Caduti dell'Adamello con la misurazione e compilazione di una scheda per ogni alpinista disponibile, ed una breve chiacchierata sull'adattamento alla quota ed il male di montagna.

La pressione arteriosa aumenta in modo significativo durante l’esposizione ad alta quota (sopra i 2500 metri), e inizia a modificarsi già ad altitudini moderate.

Si tratta di un fenomeno da tenere in considerazione soprattutto se si soffre di ipertensione arteriosa, per garantire un approccio alla montagna sicuro e privo di rischi per l’apparato cardiovascolare. 

L'ipertensione arteriosa, condizione spesso asintomatica che interessa circa il 40% degli adulti in occidente, è infatti il principale fattore di rischio per malattie cardiovascolari.

 

http://siia.it/le-nostre-iniziative/xv-giornata-mondiale-contro-ipertensione-arteriosa/

 

Meteo
Previsione attuale
Le nostre attività
Le sezioni

Seleziona la sezione

Vai alla Sezione
I nostri rifugi

Seleziona il rifugio/bivacco

Vai al rifugio
I nostri sentieri
Spazio Alpino
Biblioteca