Relazione programmatica 2019 e Obiettivi pluriennali

Passato il primo semestre dall’insediamento del Consiglio Centrale, durante il quale si è preso atto dell’organizzazione interna ed esterna, è ora necessario alzare lo sguardo verso un arco temporale di medio periodo.

Per quanto riguarda l’assetto organizzativo interno, dopo una prima riunione con tutto il personale dipendente risalente al mese di maggio, si è dato avvio a una periodicità di incontri con cadenza mensile, di norma dopo le riunioni del Consiglio Centrale, finalizzate non solo a informare dei provvedimenti di deliberare, ma anche a creare una condivisione della strategia e dell’operatività correnti.

A partire da i primi giorni di giugno e fino a ottobre, la Giunta esecutiva ha incontrato in 10 riunioni tutte le commissioni e gruppi operativi. Al termine di questa operazione di ascolto il 15.11.18 è stata convocata una riunione con tutti i presidenti di commissione per una prima restituzione. Ogni commissione è stata quindi invitata a presentare una propria relazione programmatica per le attività del 2019, cercando, per quanto possibile di indicare i relativi costi, in modo da inserire le previsioni di spesa nel previsionale economico 2019.

Il Consiglio ha anche istituito tre nuove commissioni: amministrativo-legale, comunicazione e medica.

 

Note per la lettura

Nella relazione qui allegata sono elencati gli obiettivi strategici che vengono sottoposti al Consiglio Centrale.

In particolare i primi 4 obiettivi strategici, hanno valenza temporale oltre il 2019; la regìa per la loro concretizzazione compete alla Presidenza e alla Giunta; il 5 obiettivo ha particolare importanza in ottica di fidelizzazione di nuovi soci e di fatto sistematizza attività già avviate in collaborazione con due commissioni.

Gli obiettivi dal n. 6 in poi sono definiti con il supporto delle commissioni e dei gruppi tecnici. Le relative previsioni di costo, per quanto di massima, saranno comprese nel budget 2019.

Le attività programmate dalle Commissioni Rifugi e Sentieri dipendono in via pressoché esclusiva dalla conferma della contribuzione pubblica; lo stesso dicasi per una parte dell’attività della Storico-culturale e Biblioteca, in modo particolare per l’attività specifica della Biblioteca e per alcune attività riconducibili alla Convenzione Laboratorio Alpino delle Dolomiti Bene UNESCO.

Al termine un paragrafo è dedicato ad un progetto di valenza interdisciplinare tra le commissioni e gruppi tecnici, che ha l’obiettivo di spingere verso una collaborazione di cui tutti, in fase di ascolto, hanno lamentato la carenza pur auspicandone l’avvio.

Il progetto descritto nell’ultimo paragrafo dà la possibilità di costruire il momento congressuale in modo partecipato anche con le sezioni e portare ad un documento di indirizzo da sottoporre ad una successiva assemblea delegati.

In questo modo organismi centrali, commissioni, sezioni, soci possono contribuire alla costruzione di una linea di pensiero.

 

Anna Facchini - PRESIDENTE SAT

                                                                                 

Meteo
Previsione attuale
Le nostre attività
Le sezioni

Seleziona la sezione

Vai alla Sezione
I nostri rifugi

Seleziona il rifugio/bivacco

Vai al rifugio
I nostri sentieri
Spazio Alpino
Biblioteca