Alcune foto

PROPOSTE DELLA SEZIONE:

Di seguito verranno proposte le attività ddella Sezione alle quali tutti gli interessati possono partecipare o chiedere informazioni tramite gli indirizzi telefonici o di posta elettronica presenti all’inizio di questo sito; desideriamo adesso come sezione proporre agli interessati la possibilità di trascorrere un paio di giorni in un ambiente stupendo come quello del Gruppo del Brenta ed usufruire della Baita della sezione presso la Malga Spora come base di appoggio per escursioni sia estive che invernali che vanno dalla breve camminata alla traversata impegnativa.

Principali itinerari per arrivare alla Baita della sezione alla Malga Spora:

- Sentiero 302 da Spormaggiore e successivamente 301 ( circa 4 ore) possibilità di ridurre il tempo contattando la sezione per poter percorrere le strade forestali con necessari permessi. Escursione non impegnativa; consigliata anche in invernale con sci da alpinismo o ciaspole ma soggetta alle condizioni della neve .
- Sentiero 301 dall’abitato di Andalo percorrendo il sentiero panoramico della "Sega Grande" ( da Andalo circa 3 ore). Questo percorso è consigliato esclusivamente in estate.
- Possibilità di effettuare la traversata dal Passo del Grostè ( circa 3 ore). Sia in estate che in inverno.
- Traversata dal lago di Tovel (circa 4 ore)

Per gli altri itinerari che conducono alla Baita della Spora la sezione resta a disposizione per tutte le informazioni che si richiedono

Principali itinerari con base da appoggio la Baita presso la Malga Spora:
- Giro dei 4 Passi (Paaso Clamer, Passo Dagnola, Passo della Gaiarda e Passo del Montoz).
- Cima Piz Galin, Cima Santa Maria, Cima dei Lasteri e Croz dell’Altissimo.
- Giro delle Malghe ( Malga Spora – Malga Flavona – Malga Termoncello – Malga Arza).

Per gli altri itinerari che partono dalla Baita della Spora la sezione resta a disposizione per tutte le informazioni che si richiedono

NASCITA E BREVE STORIA DELLA SEZIONE

Nel 1984 un gruppo di persone che frequentavano e amavano la montagna decise di provare a fondare anche a Spormaggiore un gruppo della S.A.T. Non dovettero trascorrere molti anni per far balzare agli occhi dei fondatori che i principi necessari per costituire una vera e propria sezione erano ben radicati nella gente del paese e pertatnto nel breve periodo di quattro anni i tesserati raggiunsero il numero di 90 unità. Grazie anche alla disponibilità della sezione di Mezzolombardo nell’anno 1990 il Gruppo divenne a tutti gli effetti sezione; oltre al continuo aumento dei tesserati la sezione continuava a proporre gite sia escursionistiche che culturali che riscuotevano sempre entusiasmo e commenti favorevoli. Molto importante anche il lavoro svolto per il recupero di alcuni itinerari storici nei dintorni dell’abitato (ricordiamo la vera e propria riapertura di alcuni sentieri che negli anni erano andat1 quasi a scomparire); preziosa anche la presenza della S.A.T. nella sistemazione della Malga Val dei Brenzi sul Monte Fausior. Verso la fine degli anni 80 è iniziata la costruzione della Baita presso la Malga Spora, immobile ricavato dallo stallone adiacente alla Malga; l’appoggio finanziario avuto dal Comune, ma soprattutto il lavoro immenso offerto dai volontari della sezione ha permesso di portare a termine i lavori in un tempo record. Terminata ed inaugurata la baita nell’anno 1990 l’attività della sezione è proseguita ininterrottamente fino ai giorni nostri;ogni anno la sezione propone un calendario denso di appuntamenti con escursioni alpinistiche adatte a favorire tutte le esigenze dei nostri soci. Meritano una menzione gli appuntamenti che ormai da quasi venti anni vengono presentati nel calendario attività ( ricordiamo la Festa della Montagna alla Malga Spora ed il tradizionale pranzo di fine attività).
L’aumento costante dei soci (al 31 gennaio 2003 la cifra dei tesserati è di 188 persone) e la vicinanza della gente alle proposte della sezione invoglia i direttivi a portare avanti quel progetto che quasi vent’anni fa 14 persone avevano iniziato.

CENNI STORICI SULLA LOCALITÀ

Verso il 1200 con Spor si identificano i casolari sparsi sulle sponde sinistra e destra del torrente Sporeggio. Nel 1212 per la prima volta Spor viene differenziata con "maggiore" o "minore". Sul significato di Spor si sono tentate molte spiegazioni:
- dal monogramma con il quale si designava il senato e il popolo romano S.P.Q.R. inciso sulle insegne abbandonate nel luogo;
- da "spur" parola etrusca che significherebbe comunità;
- da "por" con il rafforzativo nel senso di selva.

L’attributo di "maggiore" e "minore" è intervenuto nel momento della divisione del territorio intorno alla pieve che per prima fu fondata nell’attuale Spormaggiore.
Nel 1276 appare la dicitura Altspaur ovvero Sporo Antica, nome dato a Spormaggiore in contrapposizione a Neuspaur cioè Sporo Nuovo, Sporminore.

SITUAZIONI TESSERATI AL 31 DICEMBRE 2008

SPORMAGGIORE
ORDINARI: 190
FAMIGLIARI: 113
GIOVANI: 40
AGAI: 1
TOTALE: 344

SPORMINORE
ORDINARI: 55
FAMIGLIARI: 30
GIOVANI: 16
TOTALE: 101


TOTALE SEZIONE: 445

Nominativi e le relative cariche dei nuovi membri del direttivo per il triennio 2011-2013

ZENI GIANFRANCO - presidente
RIGOTTI MANUEL - vice-presidente
DECRISTAN CARMEN - segretario
MALFATTI SONIA - cassiere
GASPERETTI FABIO - responsabile malga
FLORIANI ERMES - responsabile tesseramento
MORESCO MATTEO - responsabile sentieri
POZZA MONICA - responsabile magazzino e sedi
RAMPANELLI LORENZO - responsabile gite e alpinismo giovanile

La Sezione

SEDE SOCIALE
Via dell'Asilo, 2
38010 Spormaggiore (TRENTO)
Telefono e fax: 0461 653563
E-mail: sat.spormaggiore@gmail.com

APERTURA SEDE
Tutti i venerdì dalle ore 20.30 alle ore 21.30
Meteo
Previsione attuale
Le nostre attività
Le sezioni

Seleziona la sezione

Vai alla Sezione
I nostri rifugi

Seleziona il rifugio/bivacco

Vai al rifugio
I nostri sentieri
Spazio Alpino
Biblioteca