Bindesi - "P. Prati"

Posti letto totale 4 di cui 0 nel bivacco invernale
Ristorante Si
Bar Si
Doccia calda No
Gruppo Marzola
Localizzazione Bindesi
Quota 611 m
Comune Trento
Gestore Federico Weber
Telefono gestore 0461.923344
Telefono rifugio 0461.923344
E-mail rifugiobindesi@gmail.com
Web
Apertura Aperto tutti i giorni dalle 10.30 alle 23.00

Storia e ambiente

Quello dei Bindesi e' un nome e un luogo caro a molte generazioni di trentini. Per tanti i Bindesi, da cui si abbraccia con un solo colpo d'occhio l'intera citta' e i suoi monti, sono sinonimo di battesimo alpinistico; molti alpinisti incominciarono ad arrampicare proprio qui: sulla "Mariota", la "Onta", la "Sdramele". I lavori di costruzione del rifugio furono avviati nel 1956 dal Gruppo SAT Grotta di Villazzano, successivamente divenuto Sezione SAT Bindesi-Villazzano, e si conclusero nel 1962. Il rifugio venne dedicato a Pino Prati, alpinista trentino, autore della prima guida del Brenta, perito con Giuseppe Bianchi nel 1927 sul Campanil Basso.
Il rifugio e' stato successivamente ampliato nel 1981. Ulteriori lavori di ammodernamento, inclusa l'eliminazione delle barriere architettoniche, sono stati eseguiti nel corso del 1991. Il nuovo rifugio e' stato inaugurato nel 1992. La palestra dei Bindesi continua a licenziare provetti alpinisti e anche la passeggiata fino al rifugio con tutta la famiglia, magari in rampichino, e' un costume destinato per ora a durare nel tempo.

Guide e carte consigliate

Guida escursionistica:

  • GADLER, Achille, Guida alpinistica escursionistica del Trentino Orientale, Trento, Panorama, 1994

Cartografia:

  • Trento: carta turistica e dei sentieri, Firenze, Litografia Artistica Cartografica, 1996, Scala 1:30.000

  • Carta KOMPASS in scala 1:25.000 n. 647 "Trento e dintorni"

   

Accessi

da La Grotta m. 479 (autobus nr. 6 da Trento per Villazzano), in 30 minuti seguendo una stradina percorribile in auto per un tratto (segnavia 412)

Traversate

  • al Rifugio Maranza m. 1072 - segnavia 412 - ore 1.15
  • a Vigolo Vattaro m. 724 - sentiero 412 fino al rifugio Maranza, poi col sentiero 429 che in breve porta su strada forestale che passa dal Pian delle Valesle - ore 2.15

Ascensioni

alla Cima Marzola m. 1738 - segnavia 412 passando dal rifugio Maranza e dal bivacco Bailoni m. 1623 - ore 3.15

Meteo
Previsione attuale
Le nostre attività
Le sezioni

Seleziona la sezione

Vai alla Sezione
I nostri rifugi

Seleziona il rifugio/bivacco

Vai al rifugio
I nostri sentieri
Spazio Alpino
Biblioteca